Home page silone

 
 
XXI Edizione Premio Internazionale Ignazio Silone
 
 
 
 
 

 _______________________________________________

         AGOSTO SILONIANO

 

Programma XXI edizione Premio Internazionale Ignazio Silone

 

 

sabato 18 agosto

 

ore 18:00

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine - Pescina (AQ)

Pablo Dell’Osa, “Il Tribunale Speciale e la Presidenza di Guido Cristini (1928-1932)” (Mursia)

Interviene il Prof. Raffaele Colapietra

Coordina il Presidente dell’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo, Stefano Pallotta

ore 21:30

Chiostro del Teatro San Francesco

Via del Carmine – Pescina (AQ)

Associazione culturale Il Laboratorio, “Vita e morte di un uomo semplice”

Monologo musicale a cura di Lino Iulianella

domenica 19 agosto

 

ore 17:30

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine - Pescina (AQ)

Giulio Napoleone, Il segreto di Fontamara

 

ore 21:30

Chiostro del Teatro San Francesco

Via del Carmine – Pescina (AQ)

“Il lucido rifiuto di un vero cristiano”

Corale Octava dies di Pescina 

Associazione Musicale Deltensemble

lunedì 20 agosto

 

ore 18:00

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine - Pescina (AQ

Enzo Fimiani e Massimo Togna, “Le costituzioni italiane (1796-1948)”

ore 21:15

Via Calata Fiume -Fiume Giovenco

Concerto spettacolo “Silone racconta Fontamara. Viaggio attraverso i suoni, le parole e la vita a Fontamara”

A cura dell’associazione culturale Arteficio in collaborazione con i “Leoncini d’Abruzzo”

Voce recitante: Roberto Farnesi

martedì 21 agosto

 

ore 18:00

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine - Pescina (AQ)

Prof. Walter Capezzali, “Silone, perseguitato politico, rivaluta Celestino della rinuncia”

Don Aldo Antonelli , “ Celestino V: un cristiano senza Chiesa”

ore 21:30

Basilica di Santa Maria delle Grazie

Pescina (AQ)

“L’avventura di un povero cristiano”

drammaturgia scenica di Stefania Evandro

con: Matteo Auciello, Michele Di Conzo, Stefania Evandro, Alberto Santucci, Rita

Scognamiglio, Giacomo Vallozza

musiche originali eseguite dal vivo dal maestro Giuseppe Morgante

Regia di Antonio Silvagni

mercoledì 22 agosto

 

ore 10:00

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine - Pescina (AQ)

XXI Edizione Premio Internazionale Ignazio Silone

Cerimonia di consegna dei premi

ore 17:00

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine - Pescina (AQ)

Romolo Tranquilli, pronipote di Ignazio Silone

Testimonianza – “Il Silenzio di Silone e il bisogno di una rimozione”

Proiezione “Ascoltiamo Silone” – da un’idea di Romolo Tranquilli

selezione di filmati RAI d’epoca

ore 19:00

Tomba di Ignazio Silone

Commemorazione per il Quarantesimo anniversario della morte di Ignazio Silone

 

Letture a cura degli studenti dell’Istituto Comprensivo Fontamara, del Liceo Statale B. Croce e di diverse Università italiane   

ore 21:30

Chiostro del Teatro San Francesco

Pescina(AQ)

Il Segreto

Regia e interprete: Gabriele Ciaccia

 

giovedì 23 agosto

 

ore 17:00

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine - Pescina (AQ)

Prof.ssa Maria Nicolai Paynter, Hunter College, City University of New York

“Ignazio Silone e Marcel Fleischmann. Amicizia e Libertà”

 

Con l’autrice interviene il traduttore del libro Prof. Alessandro Tenaglia

con  la partecipazione straordinaria di

Ugo Capezzali – voce recitante

ore 21:30

Chiostro del Teatro San Francesco

via del Carmine - Pescina (AQ)

“L’uomo non esiste veramente che nella lotta contro i propri limiti”

Voce recitante: Lino Iulianella

Orchestra di fiati i “Leoncini d’Abruzzo”

Corale “Decima Sinfonia”

venerdì 24 agosto

 

ore 18:00

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine - Pescina (AQ)

Prof. Benno Schnatz, “Hanns Eisler (1898-1962) e le cantate su testi di Silone: a Roma, all'Esilio, alla Guerra, alla Luna, alla Morte di un Compagno, al Pane Bianco. Incontri in arte tra due socialisti non omologati”.

 

Prof. Alessandro Tenaglia, “Luoghi e temi teologici nei romanzi del periodo svizzero e riferimenti alla teologia riformata" 

sabato 25 agosto

 

ore 11:00

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine - Pescina (AQ)

Prof. Alessandro La Monica, “Un’ignota copia dattiloscritta di Fontamara” 

ore 18:00

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine - Pescina (AQ)

Anna Consalvo e Ciro Manente,

Presentazione del libro “Sulle tracce dei lupi” (Ricerche e Redazioni, 2018)

ore 21.30

Piazza Duomo

Notturna del Sentiero Silone organizzata dalla sottosezione CAI di Pescina

domenica 26 agosto

 

ore 18:00

Basilica di Santa Maria delle Grazie

Pescina (AQ)

"L'Avventura di un povero cristiano"

Voce recitante: Lino Guanciale

Musiche: Guido Ruggeri e autori classici

Esecutori: Corale Novantanove, solo, arpa e violoncello

Direttore: Ettore Maria Del Romano

lunedì  27 agosto

 

ore 18:00

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine - Pescina (AQ)

ore 19:00

Piazzale Rancilio

A ricordo del Prof. Vittoriano Esposito, poeta, saggista e critico letterario

 

 

Intitolazione scalinata al Prof. Vittoriano Esposito

ore 21:30

Chiostro del Teatro San Francesco

Pescina (AQ)

Pino Quartullo legge Silone

martedì 28 agosto

 

ore 18:00

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine – Pescina (AQ)

 

Prof. Angelo Sabatini, “Silone vivo”

ore 21:30

Chiostro del Teatro San Francesco

Pescina (AQ)

“Settembre andiamo” a cura del Bass-Bariton Daniele Antonangeli e del Soprano Alessandra Della Croce

mercoledì 29 agosto

 

ore 18:00

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine – Pescina (AQ)

“L’Abruzzo migrante: il giornalista a Caracas, il difensore di un povero Cristo”

Ideazione e direzione artistica Sara Cecala

Ispirato al libro “Don Attilio Cecchini” dello scrittore e giornalista Angelo De Nicola

con  la partecipazione straordinaria di

Edoardo Siravo – voce recitante

e Franco Finucci – chitarra

Direzione artistica: Sara Cecala

ore 21:30

Chiostro del Teatro San Francesco

Pescina (AQ)

“Silone inedito”

Voci recitanti: Edoardo Siravo e Gabriella Casali

Musiche originali di Guido Ruggeri eseguite dal Quartetto d’archi Va’ Pensiero

giovedì 30 agosto

 

ore 18:00

Sala Conferenze del Teatro San Francesco

via del Carmine – Pescina (AQ)

Prof.ssa Biondi, “Laudomia Bonanni. Il potere vitale della donna”

ore 21:30

Chiostro del Teatro San Francesco

Via del Carmine – Pescina (AQ)

Associazione teatrale Rocca Vecchia, “P’ll vie di casteje”

 

 
 
  
Pseudonimo di Secondino Tranquilli nasce a Pescina dei Marsi (L'Aquila) il 1 maggio, figlio di un piccolo proprietario terriero e di una tessitrice. Frequenta il ginnasio nel seminario della diocesi. A quindici anni rimasto senza genitori e senza casa a causa del terremo­to, prosegue il liceo presso un istituto religioso di Reggio Calabria. 
 
Non continua gli studi, e tra i 17 e i 18 anni si trasferisce a Roma,ove s'immerge del tutto nella lotta politica. Tra il 1919 e il 1921 diviene membro della segreteria dell'Unione socia­lista romana, della redazione dell'Avanti! e dirige L'Avanguardia, il settimanale dei giovani socialisti. Nel 1921 partecipa alla fondazione del Partito Comunista d'Italia come rappresen­tante della Gioventù Socialista; diviene quindi dirigente dell'Organizzazione giovanile comunista e poi del Partito. Nel 1922 si trasferisce a Trieste come redattore del quotidia­no II Lavoratore. Membro della direzione del Partito Comunista, tra il 1921 e il 1927, compie diverse missioni sia in Russia che in altri paesi europei. 
 
Nel maggio del 1927 si reca insieme con Togliatti a Mosca per partecipare alle riunioni del Komintern che portano alla condanna e all'espulsione di Trotsky e Zinov'ev. Si Ione si oppone all'espulsione dei due e lascia il Partito Comunista d'Italia nel 1930. 
 
Esule si stabilisce in Svizzera dove rimane fino all'autunno del 1944 e per dieci anni non si occupa più di politica attiva dedi­candosi all'attività letteraria. Dal 1932 al 1934 fonda e dirige la rivista in lingua tedesca Information e fonda nel 1936 Le Nuove Edizioni di Capolago. 
 
Agli inizi degli anni '40, Silone torna all'attività politica diri­gendo in Svizzera il Centro Estero del Partito Socialista. Dirige il quindicinale socialista L'avvenire dei Lavoratori. 
 
Le autorità elvetiche, per non complicare i rapporti con il governo italiano, lo fanno rinchiudere prima nel carcere di Zurigo, poi nei campi d'internamento a Baden e a Davos. Nel 1944 rientra in Italia e si stabilisce a Roma dove sposa l'irlandese Darina Elisabeth Laracy conosciuta qualche anno prima in Svizzera. Dal 1945 al 1946 dirige l'Avanti!. Nello stes­so anno 1946 viene eletto all'Assemblea Costituente per il PSIUP in Abruzzo. Nel 1947 fonda Europa Socialista che dirige fino al 1949. Nel 1951 anima l'Associazione Italiana per la Libertà della Cultura. 
Abbandonata del tutto l'attività politica nel 1956 fonda e diri­ge, con Nicola Chiaromonte, la rivista Tempo Presente. 
Il 22 Agosto 1978, dopo una lunga serie di malattie, Silone muore in una clinica a Ginevra. 
 
La figura di Ignazio Silone si staglia nitidamente nel panorama politico-letterario del secolo scorso. 
Nel secolo degli opposti totalitarismi, che tante illusioni e morti e disgrazie dovevano portare all'umanità, Si Ione riesce a contrapporsi lucidarnente, come pochi, sia al fascismo che al comunismo.
 
Questo nostro illustre conterraneo è stato uno degli intellet­tuali italiani più conosciuto e letto in Europa e nel mondo intero per la sua capacità di non cedere mai alle lusinghe del potere o alle mode letterarie del momento. 
Come dirigente politico raggiunge i più alti livelli delle orga­nizzazioni in cui milita: dalla Federazione Giovanile Socialista nell'immediato primo dopo guerra, al Partito Comunista d'Italia di cui è uno dei fondatori, al Centro Estero del Partito Socialista Italiano in Svizzera. 
 
Come scrittore della libertà e degli umili è entrato e conti­nua ad entrare in ogni casa sotto ogni latitudine, perché il suo linguaggio è semplice, ma non privo di profondità, e perché il suo messaggio è universale. 
La presente guida al Museo Silone, magistralmente realizzata, ricca di immagini e di contenuti, ci mostra tutto ciò, ci accom­pagna, ci fa vedere, ci fa condividere la grandezza non solo dello scrittore, ma anche quella del politico, dell'intellettuale e, soprattutto, quella dell'uomo. 
 
 
 
 
 
 
"Le avventure di Tonio Zappa"
l testo "Le avventure di Tonio Zappa" è tornato alla luce nel 2000 grazie a Giovanni Nicoli e a Thomas Stein, che lo hanno recuperato in lingua tedesca e ritradotto in italiano, poi riprodotto nel 2010 da Vittoriano Esposito in Scritti su Silone.
Ambientata nel tempo in cui Silone la scrive, la storia del capraro Tonio Zappa si svolge tra le rigogliose campagne d’Abruzzo, Roma, infima sotto ogni profilo, non meno della futura Parigi che Tonio raggiunge nascosto in una gabbia per cani. Lì, oggi che viviamo il lacerante problema della migrazione, il racconto mostra in piccolo la sua dolorosa attualità. Da Parigi, a Bruxelles, a Charleroi, il capraro, tra angherie e sofferenze, arriva a Basilea, dove per la prima volta entra in carcere soddisfatto, dopo aver gridato pubblicamente la sua denuncia di ingiustizia sociale.

Prof.ssa Liliana Biondi


>> Audiolibro
Le avventure di Tonio Zappa e L'Indovino suo malgrado
testi inediti di Ignazio Silone
voce narrante: Edoardo Siravo
musiche originali: Guido Ruggeri
eseguite dal quartetto d'archi "Va' Pensiero"

 

 

 

video archivio

Go to top